Sommario

Storia del Pantheon di Roma: da un tempio romano a una chiesa cristiana

Il Pantheon fu originariamente costruito nel 27 a.C. dall'imperatore romano Augusto come tempio dedicato a tutti gli dei. Nel corso del tempo il tempio subì diverse ristrutturazioni ed espansioni, culminate nel 125 d.C. quando fu ricostruito dall'imperatore Adriano nella sua forma attuale. Nel corso della storia questo sito storico ha affascinato persone provenienti da ogni angolo del mondo grazie alla sua architettura, al suo passato misterioso e ai suoi segreti.

Cronologia del Pantheon Roma: storia ed eventi

  • 27 A.C: la costruzione del Pantheon inizia durante il regno di Marco Agrippa, un importante statista romano.
  • 80 d.C.: il Pantheon originale viene distrutto da un incendio.
  • 118-125 d.C: l'imperatore Adriano ordina la ricostruzione del Pantheon che viene completata durante il suo regno.
  • 609 d.C.: il Pantheon viene convertito in una chiesa cristiana, ufficialmente chiamata Basilica di Santa Maria e dei Martiri.
  • 1625: Papa Urbano VIII rimuove il bronzo dal portico del Pantheon per creare dei cannoni per Castel Sant'Angelo.
  • 1747: la cupola del Pantheon viene colpita da un fulmine, causando danni significativi all'interno.
  • 1870: il Pantheon diventa parte del Regno d'Italia in seguito all'unificazione del paese.
  • 1892: Re Vittorio Emanuele II d'Italia viene sepolto nel Pantheon.
  • 1965: il Pantheon viene ufficialmente dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.